fischer

fischer

 

 

 

 

L’agapornis fischeri ha taglia intorno ai 15 cm, con piumaggio generalmente verde, scuro nelle parti superiori e più chiaro in quelle inferiori. La maschera facciale è rossa, degradante in arancione e giallo man mano che arriva al petto; il becco è rosso corallo. L’ occhio, bruno scuro con la pupilla nera, è circondato da un anello perioftalmico implume di colore bianco. La nuca è color bronzo, degradante in arancione fin sotto le spalle. Sul codrione appare un’ intensa macchia cobalto. Le zampe sono grigio-bluastre e le unghie grigio scure. Non presenta dimorfismo sessuale evidente.

 

 

allevamento

 

Gabbie lunghe 65 cm, larghe ed alte 45 cm. dimensioni minime dove alloggiare comodamente una coppia, poi, se si ha la possibilità ,
si può fare di meglio usando gabbie più grandi o allestendo una voliera con più coppie.
L’ alimentazione è piuttosto semplice : misto per agapornis (con poco girasole), mela e cicoria due volte a settimana, pastoncino per pappagalli una volta a settimana nei periodi di riposo , sempre a disposizione durante l’ allevamento dei piccoli, pane, carote, spighe di panico, fichi secchi durante l’ inverno, non dimentichiamoci l'osso di seppia.

 

 

 

riproduzione

 

Per quanto riguarda il tipo di nido i Fischer si accontentano facilmente di quelli comunemente in commercio, con un’ unica camera da cova, lunghi 25 cm , larghi e alti 15 cm. Sul fondo metto trucioli di legno misti a torba, e fornisco materiali per l’ imbottitura: salice fresco, fieno secco per conigli, erba di giardino….
Con questi materiali la femmina riempie praticamente tutto il nido, lasciando solo una piccola camera d’ incubazione e un corridoio per entrarvi. La cova inizia generalmente dalla deposizione del secondo uovo e dura circa 22 giorni. Negli inseparabili un fattore importante da tenere in considerazione durante la cova è l’ umidità ambientale, che deve essere superiore al 70/80% per consentire una facile schiusa delle uova; l’ imbottitura “fresca” di cui abbiamo parlato sopra ci tornerà utile anche in questo campo e sarà buona norma lasciare sempre il bagno a disposizione durante la settimana precedente alla schiusa. Se la coppia alleverà bene e non ci saranno intoppi i pulcini si potranno anellare con gli appositi anellini FOI da 4 mm in acciaio dai 7 ai 10 giorni di vita, in base alla velocità di crescita del singolo pulcino, usciranno dal nido a circa 45 giorni e si potranno separare dai genitori a 50/60 giorni, periodo in cui saranno perfettamente in grado di alimentarsi da soli.

 

 

Home page gratis da Beepworld
 
L'autore di questa pagina è responsabile per il contenuto in modo esclusivo!
Per contattarlo utilizza questo form!